FilConad - Rifatturazione per la Grande Distribuzione Organizzata

Come emettere fattura per farsi pagare dalle GDO

Le aziende fornitrici della GDO (Grande Distribuzione Organizzata) che effettuano consegne ai vari punti vendita emettono i DdT giornalieri; periodicamente poi devono generare e inviare telematicamente una fattura differita secondo un tracciato record detto "FilConad " specifico per la GDO con tutti i movimenti intercorsi.

Il software gestionale GIM con l'estensione del Modulo FilConad , permette sia la normale gestione di tutti i processi aziendali, sia l’esportazione dei ddt emessi secondo il particolare tracciato record richiesto dalla GDO;  i files così generati possono essere inviati direttamente dal programma tramite email/PEC alle aziende della Grande Distribuzione Organizzata

Nel programma sono presenti già i tracciati FilConad di diverse GDO (Eurospin, Conad, Coop, Mercati Alimentari, Erregi Service, SMA, Despar, Etruria Simply, Tesi, A&O, Famila, Sigma, Todis, Margherita, Sait, Mio Mercato, Mio Supermercato, Poli Supermercati, CRAI, Tigre, Tigre Amico, Oasi), altri possono essere inseriti gratuitamente su richiesta. 

Se l'azienda fornitrice è dotata già di un software con cui fa anche la fatturazione elettronica, tramite GIM FilConad è possibile generare il file del tracciato Filconad a partire dal formato XML delle fatture.

Inoltre GIM FilConad facilita la suddivisione tra articoli freschi (e quindi deteriorabili) e articoli a lunga conservazione e consente di creare rapidamente due file Filconad per facilitare la gestione dei pagamenti da parte delle GDO. Per saperne di più seguire le istruzioni riportate nell'articolo "FilConad differenziato per articoli Freschi e NON Freschi" del nostro blog. 

Per informazioni puoi contattare lo 0984 467683, i nostri tecnici saranno lieti di fornire tutte le informazioni richieste.

Per saperne di più

Caso reale

Di seguito vengono riportati i passi da fare per generare il file Filconad dalla importazione di fatture XML generate con altri software:

  1. !-- Per prima cosa bisogna individuare come sono riportati i riferimenti ai DdT di consegna della merce nel dettaglio della fattura.
    Per il programma GIM tali riferimenti sono del tipo: DdT N. xxx del xx/xx/2021; (ad esempio DdT N. 368 del 29/11/2021;)
    Se nel file da importare tali riferimenti sono del tipo: ** Rif. Doc. di trasporto. Prima di effettuare l'importazione della fattura, bisogna indicare al programma GIM questa alternativa al modo di riportare i riferimenti.
    Ciò avviene tramite il parametro Alternativa per indicare "DdT N." nel dettaglio del documento posto in Dati Sistema->Personalizza->Documenti. Nell'apposita casella andrà riportato ** Rif. Doc. di trasporto. --> Come riferimento del DdT di consegna della merce, nel dettaglio della fattura elettronica, GIM si aspetta una notazione del tipo: DdT N. xxx del xx/xx/2021; (esempio DdT N. 368 del 29/11/2021).
    Se invece la notazione è diversa, prima di partire con l'importazione bisogna inizializzare questo parametro.
    Per fare ciò, supponiamo che il riferimento ai DdT è del tipo: ** Rif. Doc. di trasporto allora dal menu
    Dati Sistema -> Personalizza -> Documenti
    impostare il valore del parametro Alternativa per indicare "DdT N." nel dettaglio del documento  a ** Rif. Doc. di trasporto come riportato in figura sotto.




  2. A questo punto si passa all'importazione del contenuto del file xml.
    Dal menu Vendita -> Fatture -> XML -> Importa fattura elettronica si apre la finestra in cui nella scheda Parametri è possibile impostare il campo Cartella da dove importare i documenti che contiene il file xml da importare.


    Con il comando Leggi e Importa si seleziona il file da importare.


  3. Ad importazione avvenuta nel dettaglio del documento creato si ha questa situazione:


    A questo punto se la consegna della merce è avvenuta in diversi punti vendita, manualmente nel dettaglio del documento, subito dopo il riferimento al DdT di consegna va aggiunto il riferimento al singolo punto vendita.

    Per ottenere ciò al riferimento del DdT va aggiunto il suffisso: PV (codice punto vendita), ad esempio PV 10687.



  4. Per creare il file filconad, da Stampa documento, si sleziona il comando Crea Filconad



    Dopo aver creato il file è possibile vedere una anteprima del suo contenuto




    Ciò è possibile tramite il comando Visualizza Filconad posto nella scheda Filconad



    Per saperne di più visita il sito

 

 

 

 


Stampa  

Articoli simili

Linux
Fattura Elettronica